La call Bio-Based Industries per la creazione di una bio-industria europea - T3 Innovation

La call Bio-Based Industries per la creazione di una bio-industria europea


No comments

Si è aperta ufficialmente l’11 aprile (e la data di chiusura è prevista per il 6 settembre 2018) l’edizione 2018 del bando Bio-Based Industries (BBI) relativo a Bio-Based Industries Joint Undertaking (BBI JU). Ventuno i topic presenti nella call: 11 Ria (Research and Innovation Actions), 3 Csa (Coordination and Support Actions), 5 Demo (Demonstration Power Plants), 2 Flag (Innovation Actions – Flagship che includono attività per portare sul mercato prodotti già testati e con un TRL pari a 8). A disposizione, un budget totale di circa 115 milioni di euro come contributo dell’Unione Europea e del Consorzio Bio-Based Industries (BIC) destinato alle 4 aree strategiche che avevano contraddistinto già la call del 2017: Feedstock, Process, Products, Market uptake. Tra le novità di questa edizione, il criterio di eleggibilità che prevede l’obbligo di inserimento nel partenariato di almeno un ente membro del BIC.

La call è parte della Bio-Based Joint Technology Initiative (BBI JTI), una delle “sfide per la società” di Horizon 2020 e un partenariato pubblico-privato da 3,7 miliardi di euro lanciato all’interno della Strategia per la Bioeconomia. L’obiettivo è facilitare innovazioni tecnologiche volte alla conversione efficiente e sostenibile della biomassa in prodotti industriali. Il partenariato Bio-Based Industries opera nell’ambito di Horizon 2020 ed è guidato dalla Vision and Strategic Innovation and Research Agenda (SIRA). Ne fa parte anche il BIC, i cui membri coprono l’intera catena del valore della bioeconomia: da chi, come da tradizione, utilizza risorse biologiche come principale fonte di rifornimento (settore forestale, amidi, zucchero, bio-carburanti/bio-energia, bio-tecnologia) a chi impiega o la biomassa come materia prima (settore chimico, plastica e beni di consumo).

La Bio-Based Joint Technology Initiative ha un’importanza strategica nell’accelerare la creazione di una bio-industria europea competitiva e solida, facilitando e favorendo quelle innovazioni tecnologiche che consentiranno una conversione efficiente e sostenibile della biomassa in prodotti industriali e carburanti/energia all’interno delle bioraffinerie. Ne conseguirebbe la riduzione del fabbisogno di carburanti fossili dell’Europa ma anche la creare nuovi posti di lavoro.

Per partecipare alla BBI JU, basta andare sul Participant Portal che include: call description, topics and submission service, call documents, FAQ and support.

Raffaella De Stefano@RaffadeStefano 

Articoli correlati

Commenta articolo