T3 Innovation e Polform: obiettivo sostenibilità - T3 Innovation

T3 Innovation e Polform: obiettivo sostenibilità


No comments

La Polform srl, costituita nel 1998 a Matera, si occupa della lavorazione e trasformazione del poliuretano espanso, piume e fibre per la realizzazione delle imbottiture di divani e poltrone per conto di salottifici dell’area del Distretto del Mobile Imbottito di Matera e Montescaglioso.

Abbiamo intervistato il sig. Emanuele Cifarelli, socio della Polform Srl e responsabile di produzione.

Qual è l’approccio all’innovazione dell’azienda?

L’innovazione tecnologica viene considerata uno dei principali driver della competitività aziendale sul mercato di riferimento. L’innovazione, infatti, è un fattore fondamentale per il management aziendale che ha sempre monitorato e investito nel corso degli anni in macchinari all’avanguardia e in progetti di innovazione per il miglioramento dei prodotti e dei processi aziendali per stare sempre a passo con i tempi e in alcuni casi anticiparli.

 

Quali aspetti contraddistinguono la Polform Srl rispetto ai propri competitors?

Ciò che contraddistingue la Polform dai propri concorrenti è proprio l’approccio all’innovazione: il parco macchine tecnologicamente avanzato e il personale altamente qualificato che opera nella società da molti anni ed ha acquisito competenze specialistiche.  

 

Grazie al supporto di T3 Innovation, la Polform Srl sta testando un prototipo digitale per l’ottimizzazione di una fase del processo produttivo. Tale innovazione quale impatto avrà sul ciclo di produzione e, più in generale, sul proprio business?

Il vantaggio della collaborazione con T3 Innovation è  dato dall’opportunità di intraprendere un percorso che l’azienda altrimenti non avrebbe potuto affrontare da sola.

Il supporto di T3 risulta particolarmente rilevante per il raggiungimento degli obiettivi di innovazione e digitalizzazione che le piccole aziende non riuscirebbero a perseguire con le proprie competenze interne.

I vantaggi dell’innovazione, introdotta grazie al supporto di T3, sul processo produttivo sono molteplici: riduzione dei tempi di produzione e degli sfridi di lavorazione che tradotti in termini di business avranno impatti positivi sull’aumento della capacità produttiva e riduzione dei costi derivati dagli scarti della materia prima.

 

Quali sono i prossimi step che l’azienda intende perseguire nel prossimo futuro in tema di ricerca&sviluppo?

L’azienda intende intraprendere nel prossimo futuro un progetto di riciclo della materia prima per un uso più efficiente e sostenibile delle risorse secondo il modello di “economia circolare”.

Valeria Dragone | IN

Articoli correlati

Commenta articolo