Il TRL e la maturità dell’attività di ricerca - T3 Innovation

Il TRL e la maturità dell’attività di ricerca


No comments

Quanto è matura la mia attività di ricerca? Quanto è pronta per il mercato? E perché è importante conoscere il grado di maturità dell’attività di ricerca?

Abbiamo già affrontato in un precedente articolo l’importanza della proprietà intellettuale e della tutela tramite il brevetto, oggi parleremo di come misurare l’innovazione e come calcolare, definire ed identificare la “maturità di un lavoro di ricerca”.

Le domande che aprono l’articolo, sono quesiti che ogni operatore della ricerca dovrà porsi almeno una volta durante la sua carriera per capire il valore dell’attività che sta svolgendo, per misurare il grado di maturità della stessa, valutandone la diretta spendibilità sul mercato.

Esistono in letteratura diversi sistemi e metodologie che in modo più o meno lineare, classificano gli stati di evoluzione e crescita di un’attività di ricerca, ma sicuramente il più valido e riconosciuto è il TRL “Technology Readiness Levels”: sviluppato oltre quarant’anni fa da Stan Sadin, un ricercatore della NASA che ideò un metodo per valutare lo stato di maturità delle attività svolte all’interno degli stessi laboratori.

Il Technology Readiness Levels parte da una scala di valori compresa tra TRL1 e TRL9, che distingue tra differenti fasi: ricerca di base, fattibilità, validazione in laboratorio, dimostrazione su larga scala e commercializzazione.

 

Tale sistema di misurazione viene attualmente utilizzato dalle aziende e dagli enti di ricerca, per individuare lo stato di maturità delle attività svolte nei laboratori di R&S.

Ma non solo, di recente l’effettivo valore di maturità dell’attività di ricerca, è un parametro che viene richiesto anche nelle procedure di candidatura a finanziamenti (come i bandi del MIUR o H2020).

Al fine di rispondere in modo concreto a questa esigenza, T3 Innovation ha sviluppato un sistema analitico per il calcolo del TRL: lo strumento si basa sull’acquisizione di informazioni relative a fattori tangibili e intangibili, utili al sistema per elaborare l’effettivo TRL dell’attività di ricerca.

Vieni a trovarci da T3 Innovation per identificare il TRL della tua attività di ricerca, attraverso un’analisi personalizzata da parte di un Innovation Advisor della sezione ricerca, che ti permetterà di individuare i punti di forza distintivi del tuo progetto e le strategie più efficaci per potenziarlo.

 

Giuseppe Pennella – Project Manager Linea Ricerca

Articoli correlati

Commenta articolo